Patrimonio

L’asset allocation strategica della Fondazione si fonda sul ruolo centrale della diversificazione per aree geografiche, per strumenti e stili di gestione, e sulla necessità di un controllo integrato dei rischi da attuarsi in funzione dell’evoluzione dello scenario macroeconomico e finanziario e della mission istituzionale della Fondazione, da intendersi come difesa del valore reale del patrimonio e sostenibilità erogativa nel tempo.
Il patrimonio della Fondazione è totalmente vincolato al perseguimento degli scopi statutari ai quali è legato da un rapporto di strumentalità (art.2 - “Regolamento per la gestione del patrimonio”).
Nel 2016 si è confermato il budget erogativo fissato nel Documento Programmatico Previsionale 2016 facendo ricorso, come peraltro già previsto nel citato Documento, ai fondi erogativi accantonati nei precedenti esercizi.

Il Patrimonio netto al 31 dicembre 2016 ammonta a circa 444 milioni di euro registrando un incremento di 1,6 milioni (+0,4% rispetto al 2015). Complessivamente il Patrimonio netto della Fondazione è salito da 78 milioni di euro del 1992 a 444 milioni al 31 dicembre 2016.
L’incremento è da attribuire sia al processo di dismissione, realizzatosi nel periodo 2001/2010, del 89,26% della partecipazione detenuta nella Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna per un controvalore totale di 300 milioni di euro sia a una gestione degli investimenti che si attiene a criteri prudenziali, diversificando il rischio in modo da conservare il valore del Patrimonio e ottenere una adeguata reddittività.
Tale gestione del patrimonio finanziario ha determinato, negli anni, accantonamenti e altre movimentazioni patrimoniali per complessivi circa 66 milioni di euro.
L'incremento del Patrimonio netto è rappresentato nella tabella sotto riportata che confronta il patrimonio della Fondazione all'atto della costituzione, 22 giugno 1992, con l'anno 2015 e l'anno 2016:

Bilancio Annuale

Col proprio Bilancio Annuale la Fondazione non intende solamente adempiere al compito ex lege di documentare la propria situazione patrimoniale, ma mira nel contempo a comunicare nella maniera più chiara e puntuale la gestione economica del patrimonio accumulato dalla comunità forlivese nel corso delle generazioni ed affidatole perchè rinnovasse l’originario impegno solidaristico e di promozione dello sviluppo economico.
Il Bilancio Annuale ha inoltre il compito di documentare lo status della Fondazione di “organizzatrice del sistema delle libertà sociali” – di verificare l’adempimento delle finalità istituzionali, ovvero, se e in che modo l’attività erogativa è risultata coerente rispetto all’obiettivo istituzionale dello sviluppo del territorio.

2015

Bilancio annuale 2015


2014

                                                     

Bilancio d'esercizio 2014                                Bilancio di Missione 2014


2013

                                                     

Bilancio d'esercizio 2013                                Bilancio di Missione 2013


2012

                                                                           

Bilancio d'esercizio 2012                                Bilancio di Missione 2012

 

 

 

 

Bilancio annuale 2016


 


 

 

Altre informazioni

La Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, quale fondazione di origine bancaria ai sensi del Decreto Legislativo n. 153 del 17 maggio 1999, costituisce persona giuridica a tutti gli effetti privata (come acclarato dalla Corte Costituzionale con le note sentenze numero 300 e 301 del settembre 2003) e non è pertanto tenuta all’applicazione delle norme del “Codice dei contratti pubblici” (Decreto Legislativo n. 163 del 12 aprile 2006), come espressamente previsto dall’articolo 10-ter del Decreto legge n. 162 del 23 ottobre 2008, convertito nella Legge n. 201 del 22 dicembre 2008.

Appalti con importo annuale superiore a € 50.000
Con l’entrata in vigore delle disposizioni del Protocollo d’Intesa sottoscritto in data 22.04.2015, ai sensi dell’art. 11, comma 2, dello stesso protocollo, sono qui di seguito rese pubbliche le informazioni concernenti gli appalti affi dati nel 2016 di importo superiore a € 50.000.
 

 

 

Network

Come chiedere un contributo
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Privacy

 

 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK